"Cigni selvatici" di Jung Chang

Cigni selvatici è un romanzo autobiografico della scrittrice cinese Jung Chang.

Il romanzo racconta la vera storia di «tre figlie della Cina», cioè le vicissitudini della nonna di Jung Chang, della madre e dell'autrice stessa, le cui avventure, esperienze di vita e sofferenze si intrecciano inevitabilmente con la vita della società cinese nel tumultuoso XX secolo, carico di rivoluzioni, guerre, speranze e tragedie.

Il libro inizia raccontando la storia della nonna di Chang, Yu-fang. All'età di due anni le fu praticata la fasciatura dei piedi da parte della madre, fatto che le avrebbe causato dolori incessanti per il resto della vita. Dato che la famiglia di provenienza di Yu-fang era relativamente povera, suo padre aveva deciso di darla come concubina ad un potente signore della guerra, il generale Xue Zhi-heng. Da questa relazione solo ufficiale, Yu-fang ebbe una bambina, la mamma di Jung Chang.

Il libro prosegue poi parlando appunto della vita della madre di Jung Chang che ebbe un'infanzia abbastanza felice fino ad arrivare alla sua vita tumultuosa di adulta al fianco di un uomo che era molto coinvolto politicamente e che dovette attraversare periodi bui e molto difficili anche dopo la nascita della figlia.

La grande rivoluzione culturale iniziò quando Jung Chan era un'adolescente. Chang si arruolò spontaneamente nelle Guardie Rosse e assistette, senza partecipare, a molte delle azioni brutali compiute da questi ultimi. Al crescere del culto della persona di Mao crebbe anche la difficoltà della vita di tutti i giorni che si fece sempre più pericolosa.

Solo con la fine della rivoluzione culturale Jung Chang riesce a tornare a casa e a studiare per guadagnarsi un posto all'università di Pechino. Subito dopo essere riuscita ad ottenere un posto all'università per studiare inglese Mao muore. Grazie alla morte di Mao i criteri per le borse di studio ridivennero meritocratici e i candidati non vennero più scelti solo in base alla provenienza famigliare o all'estrazione sociale, grazie a questo Jung Chang riuscì a vincere una borsa di studio per l'Inghilterra.

Il libro si conclude con la sua partenza per il paese che diventerà la sua casa.

Questo libro a mio parere si fa odiare per quello che è successo alle protagoniste femminili, ma anche amare per la possibilità che ci offre di sapere di più di un mondo tanto lontano da noi sia fisicamente che, e soprattutto, culturalmente.

 

Per rimanere immersi in questa cultura cosi diversa dalla nostra, vi propongo una partenza imminente:

CINA - TOUR MARGHERITA

PARTENZA 28 DICEMBRE

10 giorni/ 8 notti

Prezzo speciale: da € 1640

PROGRAMMA:

ITALIA - SHANGHAI
Partenza per Shanghai con voli di linea (non diretti). Pasti e pernottamento a bordo.

SHANGHAI
Arrivo a Shanghai. Trasferimento in albergo. Sosta sulla strada lungofiume su cui si affaccia il grandioso porto fluviale sul Huang-po, e passeggiata sulla Nanking road, la principale arteria commerciale cittadina. Cena in ristorante locale e pernottamento in hotel.

SHANGHAI
Prima colazione. Visita al Giardino del Mandarino Hu e passeggiata nell'adiacente quartiere tradizionale conosciuto come la “città vecchia”. Il quartiere ospita un fervidissimo e ricco bazaar popolare. Seconda colazione in un ristorante della città. Nel pomeriggio, visita al Tempio del Buddha di Giada. Cena in ristorante locale. Pernottamento.

SHANGHAI - ZHUJIAJIAO - SUZHOU
Dopo la prima colazione, trasferimento in pullman a Zhujiajiao. Si tratta di un piccolo villaggio come quelli di Tongli o Zhuzhuang con i caratteristici ponticelli antichi di epoca Ming dato che sono intersecati da numerosissimi canali. Ma tra questi, Zhujiajiao ha una peculiarità: si tratta non solo di un villaggio cattolico ma di un villaggio che difese strenuamente la propria chiesa durante il periodo della rivoluzione culturale. Seconda colazione. Proseguimento per Suzhou. Suzhou è definita la "città della seta" ed anche la "Venezia della Cina". Arrivo a Suzhou. Visita al museo della produzione di seta. Cena in albergo. Pernottamento.

SUZHOU - XIAN
Prima colazione. Durante la mattinata verranno visitati il Giardino del Maestro delle Reti e la Collina della Tigre, risalente al XIV secolo. Seconda colazione in un ristorante locale. Nel pomeriggio, trasferimento in aeroporto e partenza per Xian. Cena in albergo. Pernottamento.

XIAN
Prima colazione. Escursione a Lintong, una località ubicata a 50 km a nord dal centro della città, dove sono state portate alla luce, dal 1974 ad oggi, circa 10.000 statue divenute famose con il nome di “Esercito di Terracotta” (ingresso incluso). Seconda colazione. Nel pomeriggio, sosta
sulla piazza della Pagoda della grande Oca e successivamente visita alla Pagoda della Piccola Oca Selvatica (chiusa il martedì). Passeggiata nel quartiere musulmano della città. In serata, banchetto tipico e spettacolo di musica e danze tradizionali cinesi. Pernottamento.

XIAN - PECHINO
Dopo la prima colazione, trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza per Pechino. Seconda colazione con cestino a bordo. Giro orientativo dalla città, con sosta al centro olimpico. Cena in ristorante locale. Pernottamento.

PECHINO
Prima colazione. Trasferimento in pullman a Badaling per la visita alla Grande Muraglia. Dopo la seconda colazione, nel pomeriggio, visita del quartiere tradizionale degli houtong di Pechino. Cena in albergo. Pernottamento.

PECHINO
Prima colazione. Visita a Tien An Men ("Porta della Pace Celeste"), simbolo della Cina di ieri e di oggi. Visita alla Città Proibita (Palazzi Imperiali). Nel pomeriggio, dopo la seconda colazione, visita al Palazzo d’Estate. In serata, banchetto dell'Anatra Laccata. Pernottamento.

PECHINO - ITALIA
Prima colazione, trasferimento all’aeroporto e partenza per l'Italia con voli di linea (non diretti). Arrivo e fine dei servizi.

 

 

Vi aspettiamo in agenzia, affrettatevi i posti a disposizione sono in esaurimento!!!
E se non sapete dove trovarci... cliccate QUI.

envelope-ophone-squaretwitterinstagramfacebook-officialwhatsapp